Archivi categoria: Psicopatologie

Scazzi

Avevo una cosa importante da preparare per il lavoro, ma sono STANCA di averne la vita, tutta la vita, invasa.
Oggi in teoria ero in ferie, ma dopo meno di tre ore di sonno e più di tre ore di viaggio ho comprato una di quelle insalatine tristi nel contenitore di plastica al supermercato della stazione, e me la sono andata a mangiare alla scrivania, lavorando, per chetare l’ansia.
E mi sto anche parecchio antipatica perché sto qui a fare gnegnegne invece di mettere le cose a posto.
E soprattutto perché domani mi maledirò per aver passato questi minuti a fare gnegnegne  invece di quel lavoro.

Cretina.

Grinza

E quindi, riassumendo:

  • Se un maniaco mi importuna per strada, è colpa del maniaco.
  • se un maniaco mi manda lettere minatorie, è colpa del maniaco.
  • se un maniaco scrive una canzone in cui mi insulta, è colpa del maniaco.
  • se un maniaco rilascia interviste televisive in cui mi calunnia, è colpa del maniaco.
  • se un maniaco scrive un libro in cui mi calunnia, mi insulta e mi minaccia, è colpa del maniaco.
  • se un maniaco entra con la forza in casa mia, è colpa del maniaco.
  • se un maniaco mi minaccia in un post, è colpa dell’internezzz.

OK, non fa una grinza.

Oh Wait

Allora, vediamo se ho capito:

le emissioni elettromagnetiche sono IL MALE. Le antenne di Radio Maria fanno venire il cancro. Le industrie che producono quelle porcherie non solo ci ammorbano con le onde assassine, ma depredano Madre Terra delle sue risorse, consumano energia sporca e non rinnovabile, inquinano l’aria, l’acqua e il terreno su cui sorgono. Solo tornando a vivere in armonia con la natura e praticando una decrescita felice potremo salvarci.

Inoltre, banda larga per tutti.

Oh wait…

Umani

Noi umani siamo quelle curiose bestiole che abbattono un albero per avere il legno per costruire una casetta per gli uccellini che stavano benissimo su quell’albero prima che lo abbattessimo per avere il legno per……

Image

Digressione

Ieri sera, ben oltre l’orario d’ufficio, ho ricevuto la chiamata di una persona a cui avevo più volte sollecitato l’invio di materiali relativi ad un progetto su cui stiamo lavorando: all’inizio era seccata perché sosteneva di aver mandato il tutto … Continua a leggere

Il mondo deve sapere!!!

…che si pubblicano libri come questo.

Image

Riporto integralmente la descrizione pubblicata su Amazon:

“Nearly 2000 years ago, The Kama Sutra was written by an unusually flexible Hindu named Vatsyayana. Little could this great man have known that his detailed descriptions of lovemaking would not only become the world’s best-known sex manual, but eventually give birth to the chiropractic industry.

Today, Vatsyayana’s work is being carried on by Barack Obama, who made history not for being the first Black President (an honor enjoyed by Bill Clinton), but for being the first President elected solely on the basis of sexual magnetism. Young, liberal, and open-minded voters didn’t need a wink or a nudge to understand the bedroom connotations of “Yes We Can” or that “Hope and Change” was a thinly veiled reference to changing sexual positions. And “We are the ones we’ve been waiting for” might as well have been an engraved invitation to an orgy.

The Obama Sutra takes the words and deeds of Barack Obama and translates them into text and appropriately half-black, half-white illustrations which will allow adventurous lovers of all political persuasions to achieve the “57 States of Ecstasy” promised by the President.

Pleasurable positions include “The Audacity of Soap,” “Leading from Behind,” “Fast and Furious,” “Don’t Ask, Don’t Tell,” “If You Like It, You Can Keep It,” “Piece Prize,” “Stimulus Package,” and many, many more.

Whether you agree with Barack Obama’s politics or not, you must admit that no one has done more to arouse passions in living memory. No one has inspired more leg thrills and moans of satisfaction from the media. And no one has left so many Americans feeling screwed in such a wide variety of ways.”

E’ tutto vero! Potete controllare qui.

Mai più senza.

Tenda&scarpazze

Ancora non ci siamo ripresi dalla moda dei jeans tagliati a mo’ di coulottes per mettere bene in mostra cosciotti cellulitici e ginocchia col doppio mento (nel senso di plica cutanea cadente, ma va be’, ci siamo capiti), e già si palesa la nuova frontiera dell’eleganza: gonna lunga, asimmetrica, trasparente e stropicciata (tipo una tendina di quelle che arredano le peggiori tavole calde) portata su sneakers ciccione con la zeppa, anfibi o biker boots, per uno spettacolare look tenda&scarpazze che sta già mandando in sollucchero blogger e redattrici di moda.

Enjoy.